Le Cronache di Ansorac: Bestseller nella classifica IBS.it!

Buongiorno a tutti! Con somma gioia abbiamo appreso ieri, per puro caso, che Le Cronache di Ansorac : Genesi - Inferno & Paradiso...

martedì 3 ottobre 2017

Romics alle porte!

Amici buona sera a tutti!

Questo post, tardivo per motivi di preparazione pre fiera, è il nostro modo digitale per invitarvi, se passate per il Romics, al nostro coloratissimo e affollatissimo stand! Nel cuore del padiglione 7, numero B7b, vi aspettiamo per trascorrere giornate insieme tra chiacchiere, libri, gadget, giochi e regali! Si, avete capito bene, R E G A L I. Dalle ore 16 fino alle ore 17 di ogni giorno IDEA regala illustrazioni (dieci per giorno, quindi affrettatevi) tra bestseller vincitori di premi e nuovi soggetti meravigliosi!!!

In più vi anticipo che ci saranno, come sempre, prezzi d'occasione, perché leggere deve essere un piacere, e omaggi della casa per chi acquista i nostri romanzi. Troverete poi, nelle diverse giornate, i nostri autori pronti per rispondere alle vostre domande e i nostri illustratori che metteranno in mostra il loro talento sia in tradizionale, sia in digitale!!! Curiosi?

Vi aspettiamo allora a Romics da giovedì 5 a domenica 8 ottobre!!!
Per avere più info vi invitiamo sulla pagina Facebook IDEA Immagina Di Essere Altro

Cosa vi aspetterà? Guardate qui sotto =)


 <---------- Pietro Ferruzzi
Il Ritorno del Berserker
Domenica 8 Ottobre!!








John Brown ----------------->
Reset: Il Linguaggio dell'Universo
Sabato 7 e domenica 8 Ottobre!!







 <--- Eva D'Amico --->
Memorie di Sangue
vol1 Il Castello del Giorno Eterno
vol2 Le Figlie della Corruzione
da giovedì 5 a domenica 8 Ottobre






 
Marko D'Abbruzzi
Le Cronache di Anosrac
vol1 Genesi - Inferno e Paradiso
vol2 Apocalisse - Olocausto
vol3 Giubileo - Esodo
vol4 Amen (ultimo)
da giovedì 5 a domenica 8 ottobre









In più: Gadgets a tema
Pins - Poster A3 su carta patinata opaca - segnalibro illustrati!








venerdì 22 settembre 2017

Intervista del venerdì: Welcome John Brown!

Buongiorno amici! Oggi per voi intervistiamo John Brown, autore esordiente che pubblicherà con noi a Ottobre il primo volume di Reset, una saga molto particolare dai contenuti freschi e nuovi, un mix tra fantasy e fantascienza.



Cover Reset: Il Linguaggio
dell'Universo.
Illustratore: Alessandro Grillea

Bene! Iniziamo!


Ciao John e benvenuto in casa I.D.E.A! Allora ci vuoi raccontare un po’ di te?

Ciao Claudia! Grazie a te e tutto lo staff I.D.E.A. per avermi accolto fra voi!
Che posso dire? Sono nato a Lagrange, nel Maine, ma sono di origini italiane e proprio qui in Italia ho vissuto la maggior parte della mia vita. Sono cresciuto a Roma dove ho studiato matematica e biologia ma per esigenze lavorative adesso vivo a Milano. Sono un insegnate che coltiva l’hobby della scrittura.

Come mai una persona che ha sempre vissuto tanto di scienza si è approcciata alla scrittura di romanzi? Cosa ti ha spinto?

Fin da ragazzo mi divertivo ad inventare e scrivere racconti più o meno brevi. Purtroppo non ho mai approfondito questa mia passione, fino a qualche anno fa. Dopo aver divorato centinaia di libri, ho avvertito di nuovo l’impulso di prendere in mano la penna. Quello che n’è uscito mi ha convinto che forse poteva diventare più di un semplice hobby.

Nel tuo lavoro il calcolo e il rigore logico sono fondamentali, c’è poca emotività nelle materie scientifiche, non hai avuto timore di poter “sbagliare il tiro” con le emozioni suscitate nel romanzo?

Tutt’altro, il rigore logico credo sia essenziale per creare intrecci interessanti. Per esempio nella prima parte del libro ho fatto molta attenzione ai particolari per rendere la storia verosimile, poi all’avanzare degli elementi fantastici, entrando nel vivo della parte fantasy ho potuto rilassarmi. E poi solo perché insegno matematica non vuol dire che non sappia esprimere emozioni! (ride) Molti miei colleghi, anche all’università, sono le persone più sociali e solari che ho conosciuto.


Concept interni al romanzo.
Illustratore: Alessandro Grillea.
Hai avuto la grandissima abilità di inventare da zero anatomie davvero particolari per le tue creature, come mai hai preferito strutturarne di nuove piuttosto che “utilizzare” quelle già esistenti nel mondo fantasy e semplicemente decontestualizzarle?

In realtà la cosa è venuta da sé: creando un universo molto variegato, le forme di vita che lo popolano devono essere a loro volta molto diverse. Incredibilmente, non ho impiegato molto nell’inquadrare queste creature, perché è stato l’ambiente in cui vivono a suggerirmi le loro forme. Se vogliamo, la parte più complessa è stata creare i linguaggi!

Ora andiamo un po’ più sul personale…
Le tue letture quanto hanno influenzato il tuo modo di scrivere? Parlaci dei tuoi autori preferiti.

Credo che ogni scrittore sia influenzato, nel bene e nel male, dai suoi autori preferiti. Ce ne sono molti che amo: Crichton, Eco, Dumas, Tolkien, Alexander, Dickens, Lovecraft… ma quello che preferisco è Stephen King. La cosa che adoro di King è il suo saper rendere interessante tutto ciò che racconta: molti particolari non sono necessari alla trama, ma danno incredibile profondità ai personaggi e ai luoghi di cui scrive. Il merito è tutto della sua capacità descrittiva… Quanto l’invidio!

Una citazione che senti particolarmente tua ma che non hai scritto tu.

Edgar Allan Poe ha scritto: “Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte”. Provare per credere!

Ora una citazione presa da Il Linguaggio dell’Universo.

Stuzzicherò la curiosità dei lettori senza scoprire troppo la trama: “È strana la vita a volte. Sembra che ci sia sempre tempo per dire qualcosa alle persone che amiamo. Tutto sommato i loro genitori gli avevano detto di volergli bene e loro avevano contraccambiato. C'è chi non riesce a dire nemmeno questo. Fatto sta che probabilmente si sarebbero fermati a parlare ancora per ore ed ore se avessero saputo che non li avrebbero mai più sentiti.”



Senza fare spoiler, il tuo personaggio preferito della saga Reset e il motivo.

Difficile scegliere il preferito: in ogni personaggio c’è una parte di me, più o meno evidente… Forse Jabelesh è il più interessante, perché è l’unico che si mette in gioco di sua volontà, spinto unicamente dal suo istinto.

Racchiudi Reset in una frase di poche parole per dare ai lettori un motivo che li spinga alla lettura.

Potrei addure una qualsiasi motivazione per spingere le persone a leggere Reset, ma la più sincera che mi viene in mente è che questa storia non l’avete mai sentita. Vi sembra una frase fatta? Ne parleremo alla fine (ride).

Un consiglio, in generale, per i lettori?

Leggete di tutto, allenate la mente, e se un giorno sentirete un pizzicore alla mano prendete una penna e buttate giù le vostre idee. Se il pizzicore dovesse persistere consultate il medico. (ride)

Bene amici noi qui vi salutiamo e vi invitiamo al Romics di Ottobre dove potrete conoscere meglio il nostro John! Intanto vi lasciamo la sua pagina facebook: John Brown alla quale chiedere l’amicizia per rimanere sempre aggiornati!

Un saluto a tutti!
coma sempre -STAY TUNED-
Claudia